Bonifica serbatoi interrati e non

L’interesse sviluppato nel settore bonifiche e l’esperienza in ambito rifiuti nonché le moderne tecnologie idonee e certificate in possesso, hanno permesso alla Balistreri S.r.l. di convergere verso una nuova attività di bonifica, vale a dire quella dei serbatoi interrati. Questa delicata attività prevede degli step ben precisi per una corretta dismissione e bonifica.

La bonifica di serbatoi interrati e non, consiste in interventi su manufatti di produzione industriale installati al di sotto del piano campagna o comunque in mancanza della completa visibilità della superficie esterna.

I serbatoi possono contenere qualsiasi tipo di sostanza (gasolio, resine, acidi, solventi ecc.) e possono essere di diverse tipologie (interrati, a doppia parete ecc.).

Questi interventi di bonifica sono disciplinati dal decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e successive modifiche e da linee guida di alcune ARPA.

Quando il serbatoio viene escluso dal ciclo produttivo o commerciale, viene considerato fuori esercizio, con la conseguente dismissione operata tramite lo svuotamento e la disconnessione fisica delle linee di erogazione ed alimentazione.

In questo caso, è obbligatorio effettuare la bonifica e la messa in sicurezza del serbatoio per evitare il rischio di contaminazioni del suolo o di infiammabilità del liquido o dei vapori contenuti all’interno del serbatoio.

E’ possibile, dunque, provvedere all’espletamento di tutte le attività previste dalla normativa specifica: dalla messa in sicurezza iniziale, sino alla bonifica finale ove si certifica che la cisterna è stata regolarmente bonificata e il contenuto smaltito a norma di legge.

Un’altra delle attività di grande interesse, è la prova di tenuta su detti serbatoi, effettuata tramite strumentazione idonea e non invasiva. La strumentazione rende possibile certificare se i serbatoi siano a tenuta o meno, ed effettuare rigorosi e periodici controlli di monitoraggio in modo da assicurare operazioni senza incidenti, al fine di prevenire contaminazioni ambientali.

Ecco alcuni esempi di serbatoi ove è possibile effettuare le prove di tenuta:

  • Serbatoi nella distribuzione dei carburanti in seguito alla razionalizzazione della rete;
  • Serbatoi interrati in aree industriali dismesse;
  • Serbatoi degli impianti di riscaldamento a gasolio e/o olio combustibile.

Richiedi un preventivo, IL SOPRALLUOGO E’ SENZA COSTO E SENZA IMPEGNO ALCUNO.